Foto Ottica Tulli nasce nel maggio del 1961 grazie alla passione di Ezio Tulli per la fotografia. Capacità e passione lo porteranno a diventare uno tra i più importanti esperti del campo su tutto il territorio. Il figlio Stefano lo affianca con dinamismo fino a quando, terminati gli studi professionali, prende in mano le redini dell’azienda di famiglia nel 1989.

Con la sua nuova gestione Foto Ottica Tulli diviene un’attività all’avanguardia nel campo dell’ottica.

Nel 2007 il primo gruppo di ottici italiani consorziati sotto il marchioGreenvision sceglie l’azienda come unico rappresentante della zona.

L’attività commerciale fonde con professionalità un settore dedicato interamente alla visione ed uno riservato agli occhiali da sole dei marchi più conosciuti come Roberto Cavalli, Emilio Pucci, Calvin Klein, Tom Ford, Serengeti, Borsalino, Web, Hogan, Givenchy, Romeo Gigli, ma anche di nicchia quali Modo, SwissFlex,Orgreen, Dilem, William Morris London e dal design alla moda e materiale innovativi. Offre inoltre i marchi Serengheti, Rh+, Bollè e Cebé per gli sportivi che cercano occhiali con lenti fotocromatiche o polarizzate e maschere sportive.

Ottica Tulli indirizza poi i genitori su come risolvere i problemi visivi dei loro bambini.

Ottica Tulli realizza esami della vista e applicazione di lenti a contatto per miopia, ipermetropia, astigmatismo, Cheratocono, in tutte le condizioni d’irregolarità corneali e lenti per ortocheratologia.
Laboratorio in sede con macchinari per il taglio a controllo numerico di ultima generazione per la realizzazione di qualsiasi tipo di lenti oftalmiche e apparecchiature all’avanguardia per la costruzione, il montaggio e la riparazione degli occhiali.

L’efficienza visiva può essere misurata e anche migliorata. L’optometrista specializzato aiuta il paziente nel ripristino del giusto equilibrio visivo, non solo prescrivendo degli occhiali ma riportando il sistema visivo ad un buon grado di operatività, che potrà tradursi in un maggior rendimento, nel lavoro, nello studio e nello sport”.

Stefano Tulli