Spesso può capitare che i nostri occhi siano arrossati ed irritati, ma non sappiamo il perché. Se non soffriamo di particolari allergie e non abbiamo mai avuto la congiuntivite, potrebbe essere un caso di sindrome dell’occhio secco.

Cos’è la sindrome dell’occhio secco

La sindrome dell’occhio secco causa l’impoverimento del film lacrimale, chiamato di solito a lubrificare la superficie del bulbo oculare. Le cause possono essere le più disparate: da quelle ormonali a quelle ambientali oppure per abitudini di vita non proprio salutari. I sintomi sono bruciore, irritazione, fastidio alla luce e la spiacevole sensazione di avere un corpo estraneo all’interno dell’occhio. Un disturbo davvero fastidioso, a maggior ragione se dobbiamo lavorare oppure studiare. Vi suggeriamo alcuni comportamenti da tenere a mente in caso si presenti questa sindrome:

Come curare la sindrome dell’occhio secco: evitare il computer

Per prima cosa è molto importante non spendere troppo tempo davanti allo schermo del pc o di altri device. L’ideale sarebbe cercare di allontanare lo sguardo dal video almeno ogni ora, chiudendo gli occhi qualche minuto e coprendoli con le mani, in modo da farli riposare.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: fare ginnastica oculare

Si, esiste anche la ginnastica per gli occhi. Fissare continuamente un determinato punto significa non far lavorare i muscoli delle ciglia, le palpebre ed infine le ghiandole lacrimali. Vi consigliamo, quindi. di guardare attentamente per più di qualche secondo tre oggetti posizionati a distanze differenti, ammiccando e strizzando le palpebre più volte, infine fai roteare gli occhi. Questi esercizi facilitano l’afflusso del sangue e dell’ossigeno ai tessuti.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: bere acqua

L’ideale sarebbe riuscire a bere almeno un litro e mezzo di acqua al dì, per non compromettere anche il benessere dei nostri occhi. Non solo bere tanto, è altresì importante bere un bicchiere di acqua ogni tanto, magari in piccoli sorsi.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: verdure fresche e pesce

Per combattere la secchezza oculare occorrono acidi grassi insaturi del tipo omega 3, che favoriscono l’idratazione dei tessuti dell’occhio e rendono il film lacrimale più spesso e protettivo. Includere nella nostra alimentazione verdure fresche e pesce non solo aiuterà i nostri occhi ma tutto l’organismo.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: mantenere umido l’ambiente

Un problema che molto spesso si riscontra sia nelle case che negli uffici è l’aria troppo secca. In inverno il problema è additabile al riscaldamento, mentre durante l’estate all’aria condizionata. Mantenere un giusto tasso di umidità è molto importante. Infatti, se l’umidità scende sotto il 50%, oltre a traspirare di più e a perdere molti più liquidi, avvertiremo presto la secchezza di labbra e occhi.
Un rimedio efficace e immediato è quello di ricorrere ad un umidificatore, che alzi il tasso di umidità almeno al 60%. Un’altra soluzione è sistemare sulla scrivania un contenitore di acqua calda che renderà meno secca l’aria nelle immediate vicinanze.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: lenti a contatto

Un altro consiglio è quello di limitare l’uso delle lenti a contatto perché, in questo caso, vanno ad ostacolare la traspirazione dell’occhio

Come curare la sindrome dell’occhio secco: usare gli occhiali

Oltre a consentirci di vedere meglio, gli occhiali rappresentano anche una vera e propria protezione per le strutture oculari. Quando si sta a lungo davanti al computer, gli occhiali riposanti limitano l’affaticamento e l’eccessiva evaporazione del film oculare, creando un microambiente umido. Gli occhiali da sole sono necessari per filtrare i raggi UV, che fanno evaporare il film lacrimale e quindi aumentano la sensazione di fastidio e prurito. Inoltre, tengono lontano pulviscolo e allergeni.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: usare i collirio omeopatico

Un altro rimedio utile sono le due gocce di collirio omeopatico a base di Euphrasia officinalis e Chamomilla vulgaris, da applicare fino a sei volte al dì. Si tratta di un prodotto può essere utilizzato da tutti e che migliora sia la qualità che la quantità del film lacrimale.

Come curare la sindrome dell’occhio secco: no al fumo

Se si vuole superare la secchezza degli occhi sarebbe di enorme contributo smettere di fumare. Perché? I gas nocivi che vengono emessi dalla combustione del tabacco arrivano facilmente alla superficie oculare. L’effetto è quello di impoverire il film lacrimale, velocizzando il processo di invecchiamento delle strutture oculari.

E la regola regina: consultare il vostro ottico di fiducia.